Gargnano

Gargnano sul Garda

Quando David Herbert Lawrence scrisse ‘L’amante di Lady Chatterly’ trasse ispirazione dal paesaggio offerto da Villa di Gargnano, un delizioso borgo affacciato sul lago.

Caratteristiche viuzze e un suggestivo porticciolo decorano il paesaggio.
Villa, dove sorge l’hotel Livia, è una delle frazioni del comune di Gargnano, splendida località densa di storia e folklore.

Di Gargnano si hanno notizie già a partire dal 973 d.C. Nel 1400 fu capoluogo di una ‘quadra’ della ‘Magnifica Patria’.
​Conobbe nel ‘700 un certo splendore grazie alla Famiglia Bettoni che costruì nella vicina frazione di Bogliaco l’omonima villa.

Progetto dell’architetto Adriano Cristofali, riprende lo stile di alcune ville veneziane del XVIII secolo.
Nel giardino all’italiana, progettato dall’architetto Vincenzo Pierallini, elementi naturali e marmi si fondono creando un’ immagine pittorica.

Le due ville Feltrinelli, oggi una destinata ai corsi estivi dell’Università degli Studi di Milano, furono dimore di Benito Mussolini e della sua famiglia durante la Seconda Guerra Mondiale.