Eremo di San Valentino

Eremo di San Valentino

Eremo di San Valentino

La passeggiata all’eremo di San Valentino è breve, adatta a tutti e permette di ammirare il bel paesaggio attorno alla peculiare costruzione dell’eremo. Sono presenti alcune corde fisse sul sentiero di accesso alla chiesa ma esse servono essenzialmente da corrimano perché non ci sono difficoltà tecniche, anche se deve essere percorso con attenzione in presenza di terreno bagnato. Consigliamo anche la variante che conduce anche a Cima Comer, completando così un’ escursione di impegno maggiore.  Il nostro punto di partenza è Sasso, frazione di Gargnano in provincia di Brescia, dove prendiamo il sentiero n.31 all’inizio del paese. Il sentiero attraversa alcuni campi ed un bosco quasi in piano per poi aumentare la pendenza. Lungo l’itinerario si possono ammirare il Lago di Garda, il Monte Baldo e il paese sottostante. Ad un certo punto si trova un bivio dove, alla sinistra si va verso Cima Comer  ma noi manteniamo la destra in direzione San Valentino ( sentiero n.30). L’ultimo tratto è leggermente più impegnativo per la presenza di rocce e alcuni punti leggermente esposti in cui è necessario prestare più attenzione. Si arriva infine all’eremo di San Valentino (m 772) che secondo la leggenda fu costruito dagli abitanti di Gargnano per sfuggire alla peste del 1630. La chiesetta è un tutt’uno con la parete di roccia cui è addossata e da questo punto si gode uno splendido panorama. All’ eremo troviamo anche una panchina, fuoco e griglia per chi volesse farsi un picnic, noi abbiamo optato per farci due tazze di tè caldo  con il nostro fornelletto da montagna. Il ritorno avviene per il medesimo itinerario.

Sentiero n° 31 e 30 | Tempo di percorrenza 1 ora ca.  Scarica la Piantina >>